martedì 31 gennaio 2012

Two Cars, One Night


Tutto si svolge in una notte, in due automobili fra tre bambini. Due fratelli stanno aspettando i propri genitori che escano dal locale; Eddie è intento a leggere, Romeo, quello chiacchierone, atteggiandosi come un adulto, instaura una conversazione con Polly, una ragazzina nella macchina parcheggiata affianco in attesa del ritorno del padre.





Two Cars, One nightRecensione di Picchi

"Ci sono alcuni momenti dell'infanzia che hanno un impatto duraturo. Non perché cambiano il corso della vostra vita o perché arrivano in pompa magna, in realtà tutto il contrario. Quelli sono momenti in cui si trova una gioia inattesa nella quotidianità, un momento di bellezza nell' ordinario. Two Cars, One Night cattura uno di quei brevi momenti."

Questo è scritto nel sito del cortometraggio in bianco e nero del regista Taika Waititi descrivendo in pieno quello che esso trasmette in dodici minuti. Un corto dolce, a tratti divertente soprattutto grazie al personaggio di Romeo, e naturale.

Two Cars, One nightNel 2003 il cortometraggio fece guadagnare al regista una nomination come Best  Live Action Short all'Academy Award. Durante la cerimonia, ad annuncio proclamato, Waititi si fece subito notare per aver finto di dormire. Il corto riscosse anche un buon successo presso il circuito dei film festival, vincendo ben 8 premi, tra cui Best Short Film a Berlino, Seattle, Oberhausen, Amburgo, NZ Film and TV Awards e AFI Film Festival.

Il cast fu scelto presso la scuola Te Kura Kaupapa Maaori o Maraenui, a circa 20 km dal Kaha pub dove è stato girato il film. Sebbene i bambini non avessero mai recitato, all'audizione spiccarono subito per la loro naturalezza.


(Versione 155)

Un breve estratto del corto:

 

 

2 commenti:

QuattroDiFiori ha detto...

Bello. Grazie.

Fabiojappo ha detto...

Grazie a te. Continua a seguirci qui sul blog e sulla nostra pagina facebook.

Posta un commento

 
Design by Free Wordpress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Templates