venerdì 24 febbraio 2012

Black Snow


Dopo aver passato diversi anni in un campo di rieducazione, Li Huiqian torna a Pechino; lì ritorna nella sua casa natale, trovandovi solo le zie ormai anziane. Nonostante non riesca più a stare dietro a tutti i cambiamenti sociali, riesce a trovare lavoro come venditore di vestiti. Finché non si innamora di una cantante...

Black SnowCommento di Anna  

Vincitore nel 1990 dell'Orso d'Argento al Festival di Berlino, il film di Xie Fei è un racconto politicamente audace di alienazione urbana e disperazione. Un ex detenuto ritorna a Pechino, sua città natale, scoprendo di non avere più famiglia, prospettive e amici. L'unica soluzione è di rientrare nella malavita, trascinato dalle vecchie conoscenze criminali.

Black Snow è ambientato durante i tumulti di Piazza Tienanmen del 1989 e riprende perfettamente l'impatto sociale della politica dell'epoca. Il tono essenziale mostra il triste futuro della rivolta degli studenti di Pechino, dove si teneva più alla vita di comunità e agli ideali.  


Xie Fei, maestro del cinema cinese molto conosciuto nel suo Paese ma poco all'estero, mette in piedi un personaggio che grazie ai suoi sguardi e alle atmosfere fumose descrive il sogno di una vita mai arrivata. La ricerca di un cambiamento, di un posto nel mondo che sembra respingerlo ai margini.
Jiang Wen regala un'ottima interpretazione, prestando il suo viso a questo personaggio solo, supportato da attori che si possono ritrovare in ogni vicolo della Cina.



                       
         Sottotitoli in italiano          
(Versione 1,36)


Estratto del film


3 commenti:

missile ha detto...

Grazie ragazzi, siete degli autentici benemeriti della Cultura Cinematografica :)

Picchi ha detto...

Wow, grazie! Se hai delle richieste di traduzione facci sapere :)

Anonimo ha detto...

Davvero un bel film, troppo triste però...

•Kiny0•

Posta un commento

 
Design by Free Wordpress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Templates