sabato 11 luglio 2015

Pale Cocoon

In un futuro imprecisato Ura lavora nella sezione per il recupero degli Archivi che provengono dalla Terra dei nostri giorni. Rimasti in pochi a lavorare nella sezione Ura, al contrario della sua collega Rika, è ancora curioso di scoprire e conoscere il mondo degli esseri umani prima che emigrassero su cupe piattaforme artificiali. Attraverso i brandelli di informazioni raccolte dalla Terra Ura fugge dalla realtà opprimente e cupa in cui vive per rifugiarsi nelle immagini del mondo precedente ricco di colori e fiori, finché un giorno non trova un file speciale da rirpristinare. 



Recensione di Picchi

Pale Cocoon (ペイル・コクーン Peiru kokūn in originale) è un corto animato di Yoshiura Yasuhiro del 2005 di poco più di 20 minuti dello Studio Rikka.
A Yoshiura Yasuhiro appartengono il soggetto e la regia di Eve no Jikan, un Original net anime, ovvero un anime nato originariamente per essere trasmesso in streaming o web tv. Anche qui si parla di fantascienza ma se in Eve no Jikan ci si concentra sui cyborg che vivono nella vita degli umani di tutti i giorni in Pale Cocoon l'atmosfera si incupisce e l'aria si fa opprimente. Un mondo distopico si affaccia sugli schermi in cui gli umani per sopravvivere e non soffrire smettono di guardare al passato, alla vita ricca di vita e speranza dei loro antenati che li hanno costretti a fuggire dalla terra e a rifugiarsi in piattaforme artificiali.

Sebbene ci siano dei difetti di animazione qua e là, Pale Cocoon è un corto ben girato con una regia dal taglio personale e che a tratti richiama opere di un altro famoso regista giapponese, Shinkai Makoto (cfr. La voce delle stelle). Questa produzione indipendente merita di essere considerato da chi ama gli anime e da chi come me è in cerca di piccoli gioielli sparsi nell'etere.





Sottotitoli in italiano
 (Versione 432 o 295)



.:Trailer:.




0 commenti:

Posta un commento

 
Design by Free Wordpress Themes | Bloggerized by Lasantha - Premium Blogger Templates